NK Libri: Il Chiostro degli Incurabili

ott 28th, 2015 | By | Category: ARTICOLI E CONTRIBUTI

  400 anni fa moriva Gian Battista della Porta, filosofo, alchimista, scienziato, letterato. Enfant prodige napoletano (o forse di di Vico Equense), a soli 15 anni cominciò a scrivere il Magia naturalis, pubblicato poi in 3 tomi 8 anni più tardi e successivamente ampliato fino a diventare un’opera di 22 libri, tradotto in latino e nelle principali lingue europee.  Ragazzo intelligente e pieno di iniziativa, non essendoci ancora Facebook creò e partecipò attivamente a gruppi non virtuali, dando vita a Napoli alla prima sede distaccata dell’Accademia dei Lincei, all’Accademia degli Oziosi, fondata da Giovan Battista Manso della Scala e creando lui stesso l’Accademia dei Segreti.

E proprio l’Accademia dei Segreti, fondata da Della Porta nel 1560, fa da sfondo al primo romanzo di Marco Granato, Il Chiostro degli Incurabili dove, come lui stesso scrive, “gli eventi storici citati sono stati implementati e rielaborati dalla fantasia dell’autore” senza però nulla togliere al fascino di un racconto che aiuta i napoletani a scoprire opere, personaggi e simboli della loro città.

Il libro comincia in sordina, con una contestualizzazione dell’ambiente in cui si svolge il racconto, quella Napoli devastata da peste, terremoti e guerre che il  Viceré Pedro de Toledo decise di riportare ai passati fasti. Ma la storia cresce subito e riguarda conoscenze, saperi e studi  bollati come eretici dall’Inquisizione e portati avanti da grandi personalità del nostro passato, come Gian Battista della Porta. Nelle righe rielaborate dalla fantasia dell’autore, si trovano informazioni, particolari e fatti precisi e corretti che servono da bussola per chi, un alcuni tipi di scienze e saperi, non sa orientarsi. E lo stimolo, per chi non li conosce,  ad andare a vedere opere e luoghi meravigliosi che raccontano storie millenarie rivissute, nei secoli, da chi ha fatto della Ricerca il suo obiettivo di vita.

 

 

 

 

Leave a Comment