Appuntamento col destino

ago 29th, 2016 | By | Category: GENERALE

E’ l’alba, l’inizio di un nuovo giorno, la fine di una vita.

Stefan Henze sta rientrando in taxi al Villaggio Olimpico insieme ad un collega, tra poche ore ricominceranno le gare. Stefan è a Rio con la squadra di canoa tedesca che allena da quando ha smesso di gareggiare, solo pochi anni fa, e ricorda bene l’adrenalina che scorre nelle vene poche ore prima di una competizione, quando ogni fibra del corpo sta preparandosi alla gara ed il resto del mondo sembra svanire.

Forse sorride, Stefan, ricordando Atene 2004 e la sua medaglia olimpica, sorride mentre sta andando incontro al suo destino .

Il taxi, senza motivi apparenti, sbanda, va fuori strada ed urta contro una barriera.

Un incidente banale ma violento, l’autista ed il collega ne escono solo feriti, ma per lui è diverso. Stefan batte la testa e va in coma. Un’agonia durata tre giorni, lunghi, difficili e importantissimi, poi la fine. E’ l’alba, la fine di una vita, ma l’inizio di un nuovo giorno per 4 persone, 4 giovani brasiliani  che tornano a vivere grazie a Stefan, al suo cuore, al fegato, ai suoi reni donati dalla famiglia rispettando la sua volontà.ol

Morire a 35 anni sembra assurdo, inspiegabile, ingiusto, sbagliato, morire per un incidente di taxi sembra una beffa, ma quando si compie il senso di una vita non è mai inutile e forse il compito di Stefan, su questa terra, era proprio donare la vita.  Perché in questo modo? Perché a prezzo della sua stessa vita? E perché proprio queste persone, sconosciute e fisicamente così lontane dal suo mondo e dalla Germania?

Non ci sono risposte razionali, logiche, accettabili, per trovarne dobbiamo ampliare la nostra visione e  pensare che forse, in altre vite, lui ha vissuto esperienze proprio con queste anime e, magari, tolto loro la vita creando un legame karmico che li ha vincolati, un debito che andava sciolto.

Ci vuole molto, moltissimo Amore per decidere di nascere per chiudere un cerchio così pesante, ed anche un buon livello di evoluzione che, evidentemente, Stefan aveva raggiunto dimostrando, in questa vita, tutto il suo valore.  Era pronto.

Bentornato tra le Anime di Luce, Stefan.

 

 

 

 

Leave a Comment